Il monumentale Palazzo del Governo di Pescara

Facciata principale del Palazzo del Governo di Pescara
Sede della nuova Provincia pescarese istituita nel 1927
Opera dell’architetto Vincenzo Pilotti

Con la creazione della Provincia di Pescara nel 1927 fu necessario costruire il Palazzo del Governo. Venne chiamato l’importante architetto Vincenzo Pilotti che realizzò un grande progetto. Una monumentale facciata principale dove fa emergere la parte centrale evidenziata con otto gigantesche semicolonne binate che sorreggono, nella parte mediana.

Le otto gigantesche semicolonne

Sui forti basamenti sono collocate quattro gigantesche sculture dello scultore abruzzese Guido Costanzo. Le sculture simboleggiano le caratteristiche del territorio pescarese e le sue più importanti attività produttive. La «Miniera», l’«Agricoltura», il «Mare», il «Fiume». Il monumentale portale è coronato dal sovrastante balcone e ornato da ampi finestroni. Il complesso architettonico si sviluppa orizzontalmente con due avancorpi laterali.

Lo splendido giardino di fronte al Palazzo della Provincia in Piazza Italia a Pescara

Il portale d’ingresso immette in un vasto atrio da cui si accede attraverso un’ampia scalinata marmorea al Salone dei «Marmi». Nel grande Palazzo hanno sede gli uffici della Provincia, della Prefettura e l’Amministrazione Provinciale. Inoltre vi è la Biblioteca Provinciale «Gabriele D’Annunzio», costituita in parte da donazioni e fondi di concittadini e ricca di oltre 150.000 volumi.

Il Palazzo del Governo di Pescara

Tra i testi rari spiccano le Rime di Muzio Pansa (XVI secolo), la Storia del Regno di Napoli, nell’edizione aquilana del’500 e una Divina Commedia (stampata a Venezia nel 1554). Al centro del ballatoio antistante l’ingresso al Salone dei Marmi, si possono ammirare all’altezza del soffitto, le formelle in ceramica a rilievo che rappresentano gli stemmi simboli di tutti i Comuni che fanno parte della Provincia di Pescara.

L’imponente palazzo della Provincia sorge in fondo a Piazza Italia preceduto da un bel giardino con alberi, aiuole e fiori. L’insieme costituisce un’isola verde che dà una particolare fascino a tutta la piazza. Vi sono anche due opere bronzee. Un’artistica Fontana e un cippo monumentale col busto di Gabriele D’Annunzio.