La misteriosa scomparsa di Micheal Rockefeller

Ci sono misteri che sono destinati a non risolversi mai; circondati da un’aura misteriosa, sono destinati a non avere una fine. Sembra così quello di Michael Rockefeller, figlio del multimilionario e famosissimo Nelson.

La tribù degli Asmat. Foto di Spencer Weart. Wikipedi

Michael aveva ventitré anni quando il padre fondò il Museo d’arte di Moderna di New York, ancora oggi tra i principali musei artistici del mondo. Micheal era il figlio prediletto e, come tale, stava cercando di farsi strada, e, così per conto del padre, iniziò a girare il mondo in cerca di opere d’arte e scultoree. Viaggiò in tutto il mondo, cercando di scovare opere insolite, soprattutto legate al mondo indigeno: questa cultura infatti era la sua grande passione. Per questo motivo si diresse in Papa Nuova Guinea, dove voleva studiare anche la tribù degli Asmat, famosi per le loro sculture lignee.

MoMa di New York. Foto di hibino – Flickr. Wikipedia.

Ed è proprio qui che il mistero s’infittisce; infatti, per entrare in contatto con gli Asmat si doveva attraversare un tratto lagunare molto pericoloso, tanto da essere conosciuto come  “La terra che lambisce la morte”. Durante l’attraversamento però la barca s’incagliò. Micheal decise di non aspettare i soccorsi ma di raggiungere la riva a nuovo e da qui le sue tracce si perdono.

Le teorie sulla sua scomparsa sono molte. Per molti anni, in molti credettero che fosse annegato: questa teoria però non si basava su dati reali. Micheal, infatti, era un ottimo nuotatore e quindi in grado di raggiungere la riva. Altri invece ipotizzarono che fosse stato ucciso dagli Asmat, visto che proprio in quei giorni alcune capi tribù fossero state assassinati. Il colpo di scena però in questa triste storia è arrivato qualche anno fa quando un gruppo di antropologi si avvicinò alla tribù indigena con l’intento di studiarla; appena arrivarono, gli Asmat li respinsero con violenza.

Tribù degli Asmat. Foto di Edi Wibowo. Wikipedia.

I ricercatori, mentre fuggivano, sono riusciti a scattare una foto, nella quale hanno riconosciuto Micheal, sebbene non ci sia una conferma da parte della famiglia, la quale non si è mai espressa a riguardo.

Il mistero quindi rimane e a ora nessuno conosce la fine del figlio prediletto di Rockefeller.

Condividi