Tarasca (Tarrasque) la creatura mitologica più crudele di sempre

Chi gioca a D&D (Dungeon and Dragons) ha sicuramente già conosciuto questa terrificante creatura, chje nel mondo fantasy è conosciuta come la più forte e la più crudele in assoluto. Un mostro di fattezze abnormi, in grado di radere al suolo intere città. Ma così come i draghi o altre creature presenti in D&D, anche la Tarasca (o Tarrasque), proviene da fonti mitologiche.

La Tarasca viene descritta come un mostro che avrebbe devastato la regione francese della Provenza. Nel 2005 è stato inserito dall’UNESCO come “Patrimonio orale e immateriale dell’umanità”.

La Tarasca

Secondo l’iconografia popolare, questa creatura ha sei zampe tozze e robuste ed è ricoperta da una corazza di tartaruga con una cresta e aculei ossei. Una lunga coda è armata nella parte finale da una protuberanza a forma di lancia, mentre la testa è leonina.

La leggenda

Secondo il mito le origini della Tarasca sembrerebbero provenire dalla Galazia, regione dell’Anatolia, già patria dell’Onachus. Un altro mostro in grado di bruciare ogni cosa toccasse il suo corpo. La Tarasca avrebbe avuto origine dall’unione di qusta creatura con il Leviatano, mostro acquatico. La leggenda vuole che il Tarrasque sia arrivato nel villaggio di Nerluc in Provenza portando morte e distruzione, eleggendo nel letto del fiume Rodano la propia tana.

Alla fine la salvezza sarebbe arrivata grazie a Marta di Betania e a sua sorella Maria, che giunte nel 48 d.C. in Provenza per sfuggire alle persecuzioni ai cristiani, affrontarono il mostro. Marta (poi divenuta Santa) rimpicciolì la creatura a suon di “Ave Maria”. Quando la Tarasca raggiunse le dimensioni di una lucertola Marta la condusse a Nerluc dove però i cittadini infuriati la uccisero.

In memoria di questa vittoria ogni ultima domenica di giugno ancora oggi viene celebrata l’uccisione.
Stegosauro

Ci sono grandi probabilità, che il mito della Tarasca sia nato a seguito del ritrovamento di ossa di Stegosauro o di Ankylosauro, così come ossa di dinosauro possano aver alimentato il mito dei draghi o di altre terribili creature della leggenda popolare.