F U M I H I R A K I – Z U K I 文 披 月 Luglio Poesie scritte E versi inespressi

F U M I H I R A K I – Z U K I



Luglio
Poesie scritte
E versi inespressi

TANABATA 七夕月 è la festa del 7 di Luglio. La festa più importante del Giappone.
Luglio è il mese della poesia in Giappone. E della calligrafia.
Le poesie e i pensieri si scrivono su striscioline di carta che vengono appese all’aperto.
Il Tanabata 七夕, la festa delle stelle innamorate, è una delle feste più romantiche e amate del calendario giapponese, fa parte delle cinque festività nazionali più importanti dell’anno chiamate gosekku 五節句.
Tanabata 七夕 significa settima notte.

C’è una leggenda cinese che narra della storia di due innamorati sfortunati che possono ricongiungersi solo il settimo giorno del settimo mese lunare del calendario lunisolare.

Due giovani, Orihime e Hikoboshi, erano rispettivamente la tessitrice e il pastore dei piani celesti e provvedevano alle loro attività con solerzia.
La principessa Orihime tesseva in riva al fiume celeste Amanogawa (la via lattea), era molto brava nelle arti ma era triste perché non aveva ancora conosciuto l’amore. Suo padre Tentei (identificato con il padre celeste, o l’universo stesso) volle fargli conoscere un giovane pastore che viveva dall’altra parte del fiume.

I due si innamorarono e si sposarono immediatamente. L’amore però li distrasse dai loro doveri, Tentei non tesseva più e le mucche erano lasciate libere di scorrazzare per il cielo.

Il padre celeste si arrabbiò e li divise per punirli riportando Orihime sull’altra sponda. Orihime molto addolorata pianse mille lacrime. Il padre mosso a pietà permise ai due amanti di potersi vedere la settima notte del settimo mese se avessero lavorato duramente durante il resto dell’anno.

Qui le tradizioni si dividono secondo la geografia e mentre alcuni dicono che siccome non c’era  un ponte, le gazze volarono e con le ali ne formarono uno, altri dicono che il barcaiolo celeste traghettasse Orihime sull’altra sponda; entrambe le versioni però concordano che il cielo debba essere limpido poiché se piovesse le gazze non potrebbero arrivare e il fiume si ingrosserebbe impedendo al barcaiolo di portare a termine la sua missione.

Cartoncino di cotone, formato A4, monotipo con tempera rossa, scrittura con inchiostro su carta vegetale cinese.
Carlo Buffa SHI KUMO 駟 雲

Condividi